Sbiancamento Dentale

mouth-1432107

 

Sbiancamento Dentale
Ci sono molti sistemi di sbiancamento dentale e prodotti che includono dentifrici sbiancanti, gel da bancone, collutori, strisce e prodotti sbiancanti ottenuti da un dentista.
Lo sbiancamento dentale è idealee per le persone che hanno denti e gengive sane, senza otturazioni. Gli individui con toni gialli dei denti sono i candidati migliori. Questo procedimento cosmetico però non è consigliabile a chiunque.
Scopri se lo sbiancamento dentale è adatto a te.
Sistemi sbiancanti

Dentifrici sbiancanti
Tutti i dentifrici aiutano a rimuovere le macchie superficiali, perché contengono abrasivi leggeri. Alcuni dentifrici sbiancanti contengono agenti chimici che forniscono un ulteriore effetto pulente. I dentifrici sbiancanti rimuovono solo le macchie in superficie, i prodotti sbiancanti da bancone e quelli professionali contengono perossido di carbamide o perossido di idrogeno che aiuta a sbiancare il colore in modo profondo nel dente. I dentifrici sbiancanti possono alleggerire il colore di un tono circa. A contrasto, lo sbiancamento a luce che può effettuare il tuo dentista può rendere i tuoi denti dalle tre alle otto volte più bianchi.
Fascette e gel dentali da bancone
I prodotti sbiancanti sono dei gel chiari, a base di perossido applicati con un piccolo pennello direttamente sulla superficie dentale. Le istruzioni possono variare a seconda della forza del perossido. Segui le istruzioni del prodotto attentamente. I primi risultati si vedono dopo pochi giorni e quelli finali in circa quattro mesi.
Le striscette sbiancanti sono molto sottili, virtualmente invisibili, ricoperte di un gel sbiancante a base di perossido. Le striscette sono applicate due volte al giorno per 30 minuti per 2 settimane. I risultati iniziali si vedono in pochi giorni e durano circa 4 mesi.
Collutori sbiancanti
Tra i più recenti prodotti disponibili ci sono i collutori sbiancanti. Come la maggior parte dei collutori, rinfrescano l’alito e aiutano a ridurre la placca dentale e le malattie gengivali. Ma questi prodotti includono anche ingredienti, come perossido di idrogeno in alcuni, che sbiancano i denti. I produttori dicono che potrebbero volerci fino a 12 settimane per vedere risultati. Li fai  semplicemente girare per la bocca per circa 60 secondi, due volte al giorno prima di lavarti i denti. Comunque, alcuni esperti dicono che i collutori potrebbero non essere efficaci quanto gli altri prodotti. Dato che un collutorio sbiancante è a contatto coi denti per così poco tempo — solo due minuti al giorno contro  i 30 minuti di molte striscette — potrebbero essere meno efficaci.
Altri sistemi sbiancanti…



Sbiancanti dentali a base di apparecchi
I sistemi sbiancanti a base di apparecchio, comprati dal dentista o al bancone, coinvolgono l’utilizzo di questi apparecchi con una soluzione in gel sbiancante — che contiene un agente sbiancante in perossido. L’apparecchio è indossato per un arco di tempo, di solito un paio d’ore al giorno ogni giorno e durante la notte fino a quattro settimane o più (a seconda del grado di decolorazione e il livello di bianco desiderato).
Sbiancamento dal dentista
Lo sbiancamento dal dentista fornisce il modo più rapido per sbiancare i denti. Con lo sbiancamento dal dentista, il prodotto sbiancante è applicato direttamente sui denti. Questi prodotti possono essere usati in combinazione con calore, luci o laser. I risultati sono visibili in un solo trattamento di 30 o 60 minuti. Per ottenere risultati incredibili, di solito servono diversi appuntamenti, ma con lo sbiancamento dal dentista ne basta uno. Questo tipo di sbiancamento è solitamente il più costoso.
Quanto durano gli effetti sbiancanti?
Lo sbiancamento dentale non è permanente. La gente che espone i propri denti a cibo e bevande che causano macchie, potrebbero vedere i denti iniziare a sporcarsi nuovamente anche solo in un mese. Quelli che evitano cibi e bevande che causano macchie potrebbero vedere gli effetti anche fino a un anno.
Il grado di bianco varia da individuo a individuo a seconda delle condizioni dentali, il livello di macchie e il tipo di sistema utilizzato.
Sbiancamento a casa contro Sbiancamento dal dottore
I metodi fai da te non sono la stessa cosa che farsi sbiancare i denti da un professionista. Vorrai considerare diverse importanti differenze.
La forza dell’agente sbiancante. I prodotti al bancone da usare a casa hanno agenti sbiancanti deboli, tra il 10 e il 22% di contenuto di perossido di carbamide, equivalente a circa il 3% di perossido di idrogeno. Dal dentista, la concentrazione di perossido di idrogeno nei prodotti va dal 15 al 43%.
Apparecchi dentali. Il tuo dentista prenderà un calco dei tuoi denti per creare un apparecchio dentale esattamente per la tua bocca. Questo consente il massimo contatto  tra il gel sbiancante e i denti. Un apparecchio personalizzato porta anche al minimo il contatto tra denti e tessuto gengivale.
Gli apparecchi sono acquistabili anche al bancone, ma il fatto che siano di una sola taglia, vuol dire  che non saranno molto adatti. Possono irritare le gengive facendo scivolare sopra del prodotto sbiancante. Con procedure dal dentista, avrai l’agente sbiancante applicato direttamente sui denti.
Ulteriori misure protettive. Dal dentista ti verrà applicato un gel per proteggere sia le gengive che le cavità dentali durante il trattamento. I prodotti acquistati al bancone non forniscono queste misure protettive extra.

Costi. I sistemi sbiancanti al bancone sono l’opzione meno costosa, al contrario di quelli dal dentista.
Procedimenti supervisionati contro Procedimenti non supervisionati. Innanzitutto, il tuo dentista può effettuare un esame orale e considerare la tua cronologia medica, che può essere utile a determinare se uno sbiancamento può essere appropriato. Il tuo dentista può trovare il miglior tipo di trattamento per le tue macchie e sbiancarle.
Il tuo dentista vorrà vederti un paio di volte per chiarire tutte le istruzioni, per assicurarsi che il suo apparecchio sia perfetto, per controllare le tue gengive cercando segni di irritazione, e genericamente per vedere se il procedimento sta funzionando. Con i prodotti fai da te, sei per conto tuo.
Dovresti sbiancare i tuoi denti?
Lo sbiancamento non è raccomandato in una delle seguenti circostanze.
Problemi di età e gravidanza. Lo sbiancamento non è consigliato ai bambini sotto i 16 anni. Questo è perché i nervi dentali sono ingrossati fino a quest’età. Lo sbiancamento dentale potrebbe irritare la polpa e renderla insensibile. Lo sbiancamento dentale non è neanche consigliato alle donne incinte o che allattano.
Denti sensibili e allergie. Gli individui con denti e gengive sensibili e/o otturazioni difettose dovrebbero parlare col proprio dentista prima di usare un sistema sbiancante. La gente allergica al perossido (l’agente sbiancante) non dovrebbe usare prodotti sbiancanti.
Malattie alle gengive, smalto rovinato, radici esposte. Gli individui con questi problemi di solito non dovrebbero seguire procedure sbiancante. Le carie devono essere trattate prima di qualsiasi procedura  sbiancante. Questo perché la soluzione sbiancante penetra nelle aree interne del dente, che sono molto sensibili. Inoltre, le  procedure sbiancanti non funzionano con le radici scoperte, perché le tue radici non hanno uno strato di smalto.
Otturazioni ed altre cure. Materiali compositi come resine ed altri usati per le otturazioni, non verranno sbiancati. Quindi, usare un agente sbiancante sui denti causerà uno sbiancamento irregolare — in questo caso, rendendo i denti senza otturazioni più bianchi degli altri. Qualsiasi procedura sbiancante dovrebbe essere datta prima di piazzare otturazioni.
Le persone che hanno numerose otturazioni avranno uno sbiancamento fin troppo irregolare, quindi dovrebbero ben considerare prima di richiedere uno sbiancamento. Chiedi consiglio al tuo dentista.
Aspettative non realistiche. Gli individui che sperano di ottenere un “bianco accecante” potrebbero rimanere deluse dai risultati. I fumatori devono essere al corrente che i risultati saranno molto limitati, a meno che non smettano di fumare, soprattutto durante il procedimento sbiancante. Un’idea corretta e sana è quella di ottenere un tono di bianco leggermente  più bianco della sclera degli occhi.
Denti con macchie scure. I denti gialli rispondono bene allo smacchiamento, ma quelli sul marrone, grigio o viola potrebbero non rispondere affatto. Le macchie grigio-blu causate  dall’antibiotico tetraciclina sono più difficili da sbiancare e potrebbeero richiedere fino a sei mesi di trattamenti a casa o diversi appuntamenti dal dentista.
I denti che hanno macchie scure potrebbero essere candidati migliori per altre opzioni sbiancanti. Parlane col tuo dentista.
Rischi associati allo sbiancamento.
I due effetti collaterali che accadono più spesso sono un aumento della sensibilità dentale e leggere irritazioni nei tessuti soffici della bocca, soprattutto le gengive. La sensibilità dentale spesso si ha nella prima fase del trattamento dentale. L’irritazione dei tessuti si ottiene usando un apparecchio inadatto. Entrambe queste condizioni sono temporanee e passano in un arco tra uno e tre giorni dalla fine del trattamento.





Se noti sensibilità dentale, puoi ridurla o eliminarla:
Indossando l’apparecchio per un più breve tempo (ad esempio due sessioni da 30 minuti e non da 60).
Smettere di sbiancare i tuoi denti per 2-3 giorni.
Chiedere al tuo dentista un prodotto ad alto contenuto di fluoro, che può aiutare a remineralizzare i tuoi denti. Applica il prodotto al fluoro sull’apparecchio e indossalo per 4 minuti prima e dopo la procedura sbiancante.
Spazzola i denti con un dentifricio per denti sensibili. Questi dentifrici contengono nitrato di potassio, che aiuta ad alleviare i capi nervosi dentali.
Sicurezza nello sbiancamento dentale
Alcuni prodotti sbiancanti sono approvati dall’Associazione Dentistica Americana (ADA) e garantiscono sicurezza ed efficacia. Al momento, solo i prodotti forniti dai dentisti che  contengono un 10% di perossido di carbamide e quelli applicati dal dentista che contengono un 35% di perossido di idrogeno sono approvati dall’ADA.




I prodotti sbiancanti al bancone non sono supportati dall’ADA, perché l’associazione crede che la consultazione professionale sia importante per assicurarsi sicurezza ed efficacia. Nessun prodotto sbiancante che usi laser è nella lista dei prodotti approvati.
Diversi dentifrici sbiancanti hanno ricevuto l’approvazione. Puoi trovare una lista su www.ada.org.
Non tutti i produttori cercano il sigillo dell’ADA.     Questo è un programma di volontariato che richiede buone somme di denaro e tempo da parte del produttore. Solo perché un prodotto non abbia il sigillo d’approvazione, non vuol dire che non sia sicuro ed efficace.
Gli sbiancamenti dentali non sono droghe, quindi non sono regolate dall’FDA.
Scegliere un kit  sbiancante al bancone.
Prova a scegliere un prodotto che consenta la personalizzazione dell’apparecchio. Alcuni kit arrivano con un apparecchio piegabile entro un certo limite. Questi prodotti sono migliori di quelli che arrivano con solo un apparecchio standard.
Cerca recensioni online e chiedi in giro per trovare informazioni di chi ha già provato il kit che stai pensando di provare.
Se per periodi prolungati di tempo dovessi notare cambiamenti nel colore delle tue gengive o un’aumento nella sensibilità dentale a cibi e bevande troppo caldi o troppo freddi, smetti di usare l’apparecchio e consulta immediatamente il tuo dentista.